Prodotti Tipici Marchigiani

Pecorino di Fossa

Viene prodotto principalmente nella provincia di Pesaro con latte di pecora pastorizzato e in parte con latte di capra. Bastano pochissimi grammi per insaporire e rendere unico e particolare un primo piatto. Ha un sapore particolare misto tra il dolce ed il piccante e nasconde sapori naturali come terra, erba o tartufo.

 

Il Vino

Tra i più noti vini delle Marche vi è il Verdicchio di Matelica o dei Castelli di Jesi, si tratta di un vino bianco prodotto dalle coltivazioni dei vitigni delle provincie di Macerata e Ancona. Prodotto nella provincia di Ascoli Piceno è l’Offida presente in entrambe le colorazioni bianco e rosso, si tratta di un vino di Denominazione d’Origine Controllata e Garantita. La produzione di vini nelle Marche è ampia e d’antica tradizione, tra i più noti ricordiamo il Bianchello del Metauro e il Colli Pesaresi prodotto nella provincia di Pesaro e Urbino.

 

Piatti tipici

A differenza di alcune regioni in cui i piatti più caratteristici sono noti e cucinati in tutta Italia, la cucina marchigiana è fatta di piatti unici e trovabili solo in loco. Ad esempio i “granetti al mosto cotto” sono un piatto tipico di Pesaro la cui degustazione può essere fatta in selezionati ristoranti della località. Tra i secondi piatti, nelle Marche il maiale è una delle carni più cucinate accompagnata dai prodotti tipici della terra come peperoni ed altre spezie.

 

Olive Ascolane

E’ il piatto che rappresenta Ascoli Piceno e da cui prende il nome. Si tratta di deliziose olive in salamoia snocciolate e ripiene di carne macinata di pollo o di maiale o talvolta di pesce. Il procedimento di realizzazione prevede di avvolgere l’oliva in un contorno di pane grattugiato, spezie miste a uova e fritte in olio d’oliva. Un gusto delizioso al palato e unico per gli amanti del salato.

 

Stoccafisso all’anconitana

Lo stoccafisso è un merluzzo artico norvegese e rappresenta il piatto simbolo di Ancona. Ad Ancona è anche presente un’università dello stoccafisso. Sebbene Ancona sia una città di mare le navi portavano lo stoccafisso dalla Norvegia che gli Anconetani trasformavano in un piatto delizioso con grossi pezzi di patate cotti per lungo periodo in vino bianco.

 

Salumi

La cucina marchigiana è fatta di un’antica tradizione salumiera accompagnata da una forte tradizione per la caccia del maiale. Alcuni dolci tipici della cucina marchigiana sono realizzati con sanguinaccio di maiale. Le antiche famiglie realizzavano insaccati da conservare e da cui prende vita la cultura delle produzioni salumiere.