Turismo Sportivo: la sua crescita sempre più veloce

Turismo Sportivo la sua crescita sempre più veloce
Il turismo sportivo sta dando delle grandissime soddisfazioni negli ultimi anni.Sicuramente, alla base di tutto, c’è un cambiamento radicale che le persone stanno facendo sul loro stile di vita.Dopo anni ed anni in cui si è lavorato per sensibilizzare il mondo su come sia importante mangiare sano e fare attività fisica, ecco che finalmente si vedono i primi risultati.Sono sempre di più le persone che si iscrivono in palestra o che infilano un paio delle migliori scarpe da running e cominciano a correre.Piccoli passi che poi danno vita ad una grande passione a cui non si può fare a meno nemmeno quando si va in vacanza.Se anche tu hai in mente una vacanza all’insegna dello sport, ecco qualche informazione interessante che ti potrebbe essere più che utile.

Turismo sportivo: curiosità e statistiche

Quando si parla di turismo sono davvero le informazioni che si possono trovare.Il turismo, infatti, racchiude un’infinità di attività come ad esempio le visite al museo, la partecipazione ad un festival musicale, la presenza ad un congresso importante, l’assaggio di piatti tipici e molto altro ancora.Questa grande varietà fa del turismo una grandissima potenza economica e culturale e, come puoi ben intuire, non va assolutamente sottovalutato.Ma in cosa consiste il turismo sportivo? Le cose da dire sono davvero molte.

Turismo sportivo: le diverse tipologie

La prima cosa importante che dobbiamo sapere è che, questo tipo di turismo, si divide in due grande macro gruppi:
  • turismo sportivo attivo
  • turismo sportivo passivo
Il turismo sportivo attivo si compone di attività che lo stesso turista svolge. Basti pensare ad una settimana bianca in montagna in cui le tue attività principali saranno quelle di sciare e fare escursioni.Il turismo sportivo passivo, invece, si verifica quando ti rechi in un posto per assistere a manifestazioni ed eventi sportivi, come ad esempio una partita importante della tua squadra del cuore.I diversi tour operator hanno ben chiare queste differenze e spesso creano dei veri e propri pacchetti all inclusive che puoi scegliere in base alle tue esigenze.Un esempio lampante sono i mondiali di calcio.In questi casi vi sono pacchetti già pronti da acquistare in cui vi sono già inclusi: hotel, pranzo, cena, trasporto ed ingresso alla stadio.

Turismo sportivo: i dati statistici

Ora che hai ben compreso cosa s’intende con turismo sportivo ti starai anche chiedendo che volume di movimento crea in tutto il mondo.Si conta che negli ultimi anni vi sia stato un incremento di questo tipo di turismo del ben 25%.Un altro dato che ti può far capire la potenza di questo settore è dato dall’introito che questo porta.Si parla, infatti, di una cifra pari a 53 miliardi di euro. Una somma non da poco se si tiene in considerazione il fatto che fino a poco tempo fa era quasi ritenuto un settore di nicchia.Ed in Italia com’è la situazione?Si conta che il 34% della popolazione svolge un’attività fisica regolare partecipando anche spesso a competizioni agonistiche o meno.A tutti questi, poi, c’è anche una fetta consiste di italiani che svolgono un’attività fisica ma non in maniera continua. Qui si parla di ben 15,5 milioni di persone.Se dovessimo guardare l’estero, ecco che salterebbe subito all’occhio il dato che dichiara ben 15 milioni di arrivi per motivi sportivi nel territorio italiano.Il turismo sportivo italiano, in pratica, va a costituire circa il 10% dell’introito complessivo mondiale, il che non è affatto male.Lo sport che sembra creare un maggiore flusso è il ciclismo. D’altronde è ben noto quanti siano gli appassionati e quante siano le possibilità di viaggiare con la bicicletta.Insomma, il turismo sportivo è sicuramente una grande risorsa e l’obiettivo sembra essere quello di renderlo sempre più efficace ed interessante.