Da Mattinata a Vieste, tra Grotte Naturali e Alte Scogliere

All’interno delle meraviglie della Regione Puglia si snodano alte scogliere, grotte naturali e paesaggi dall’inconfondibile stile selvaggio dato da una natura incontaminata.

Fin dai tempi antichi la costa del Gargano è stata definita dalle popolazione una vera e propria ‘Montagna Sacra’ presentandosi bassa, sabbiosa e suggestionante. In 250 chilometri di costa il Gargano offre ai visitatori un incredibile paesaggio in continua mutazione, tra spiagge, pareti a picco sul mare, acque cristalline ancora preservate dall’inquinamento e da opere umane.

All’interno delle 15 mila miglia di costa sud orientale, da Mattinata a Vieste, si concentra l’aspetto del panorama più selvaggio del luogo, privo di alterazioni dell’equilibrio naturale.

Da Mattinata a Vieste i porti ed i porticcioli presenti ed ideali per l’ormeggio e l’attracco delle barche sono davvero tanti. Presso il Porto di Vieste, nel centro specializzato Marina Vieste vi è la possibilità di ormeggiare la propria imbarcazione oltre a quella di noleggiare un gommone e di godersi a pieno regime una fantastica vacanza immersa tra il mare ed un paesaggio mozzafiato che solo le coste del Gargano sono in grado di offrire. Il centro La Darsena è inoltre in grado di fornire servizi di assistenza ai natanti e si occupa dell’organizzazione di escursioni presso le magnifiche Grotte Marine.

Vieste

Le zone limitrofe sono tutte ben attrezzate. Oltre alle imbarcazioni, si trova la possibilità di alloggiare all’interno dei diversi campeggi dislocati sul territorio costiero, baite inaccessibili via terra e spiagge.

Dalle baite di Mattinata agli uliveti del panorama in continuo mutamento, il Gargano offre scenari a picco sul mare di nuda roccia, nonostante alcune aree devastate da incendi ad opera umana, arrivando alla baita delle Zagare.

Successivamente si potranno ammirare le diverse grotte naturali, tra cui la famosa Campana tra gli esempi più maestosi, una cupola di circa cinquanta metri di roccia con annessa ai suoi piedi una piccola spiaggia. L’interno della grotta è visitabile in barca a motori spenti, arrivando all’uscita verso la cala di Vignanotica.

All’interno della spiaggia dei Gabbiani si trova un caratteristico campeggio immerso nel verde, oltrepassando diversi ingressi angusti, giungendo in direzione della famosa località Pugnochiuso, dove si trova una delle più rinomate strutture alberghiere, affacciata su di una zona marina ideale per la pesca subacquea.

Oltre Ponte Piatto si trova la Torre dell’Aglio di costruzione risalente al 1600, che offre un ottimo riparo anche alle imbarcazioni.

Arrivando alla Baia di Campi si potranno invece visitare le grotte più belle e suggestive del Gargano quali la grotta Sfondata, la grotta Calda, la grotta Campana Piccola.

Successivamente alla Baia di Campi si giunge in direzione di Vieste, dove sarà possibile visitare la Baia San Felice, un piccolo fiordo caratterizzato dalla presenza dell’Achietello, situata all’interno di uno scenario naturale mozzafiato.

Pizzomunno

Inoltre, gli isolotti di Porto Nuovo, lungo i pressi del Centro turistico della Gattarella, terminano in direzione dei piedi del famoso monolite ribattezzato Pizzomunno. Il paese è scavato nella roccia calcarea, dimostrandosi un punto strategico in qualità di area portuale nel 1250, quando Federico II decise di far costruire il proprio castello.

L’odierna struttura del porto risulta al riparo dalle correnti dei venti, sotto le previsioni di un’espansione turistica nel corso del prossimo futuro in direzione delle rotte quali Turchia e Grecia.

All’interno delle aree descritte si trovano inoltre numerosi locali ristorativi dove sarà possibile fermarsi ad assaporare le tradizioni culinarie tipiche della regione pugliese, come la caratteristica minestra con fave e cicoria, i lampascioni fritti ed i troccoli con pomodoro fresco.