Cosa vedere nel Salento in auto

Se, durante la vostra vacanza nel Salento, avete il desiderio di andare alla scoperta dei borghi più caratteristici o delle spiagge che contribuiscono a rendere questa zona una delle più belle e riconosciute, sia in Italia che all’estero, il consiglio è quello di utilizzare un’auto a noleggio.

Il Salento è una terra che offre molto agli occhi, ma non sempre questi panorami spettacolari sono raggiungibili dai mezzi pubblici, anzi.

Con l’auto ci si gode il passaggio

Se è la prima volta che visitate il Salento, alcune bellezze, artistiche o naturali che siano, non possono essere comprese appieno con una rapida occhiata: il centro storico di Otranto, il barocco di Lecce, le meravigliose spiagge di Gallipoli devono essere goduti con calma e non con la frenesia dettata da degli orari da rispettare

In secondo luogo, spostandovi in auto, avrete la possibilità di andare alla scoperta di luoghi fuori da qualsiasi guida turistica, consigliati magari dagli abitanti del posto con cui avrete intrapreso un’amabile discussione in uno dei meravigliosi ristoranti salentini diffusi in tutto il territorio. In un paesaggio tutto da scoprire come il Salento, quindi, l’auto è sinonimo di indipendenza, libertà e piacere della scoperta.

Un possibile itinerario

Come già detto, la Provincia di Lecce presenta un numero di cose da fare e da vedere così elevato che il noleggio di un’auto nel Salento si presenta la soluzione migliore.

Ma quali sono le mete davvero imprescindibili e come muoversi per raggiungerle?

Ipotizzando, come probabile, che il vostro tour parta da Lecce, centro nevralgico della regione, e dal suo centro storico barocco, la prossima meta potrebbe essere il borgo di Galatina, una delle città più popolose del Salento, e vedere la Torre dell’Orologio e il Palazzo Ducale.

Per raggiungere Galatina, da Lecce, è necessario percorrere la Strada Statale 101 fino al comune di Collemeto, e imboccare successivamente la Strada Statale 18.

Per arrivare da Galatina a Otranto e scoprire il Castello Aragonese e al suo centro storico, bisogna imboccare prima la SS 33 fino al comune di Corigliano d’Otranto e poi prendere la successiva SS 16 che vi condurrà fino alle porte di Otranto, la città situata più ad est della penisola italiana.

Uscendo da Otranto e imboccando nuovamente la SS 16 verso il comune di Maglie e percorrendo successivamente la SS 275 fino alla fine, si giunge al comune di Leuca, l’abitato più a sud della penisola salentina dove, da Punta Ristola, si vede idealmente il luogo in cui i due mari, Adriatico e Ionio, si separano.

Percorrendo la SS 274 per la sua interezza si arriva a Gallipoli che, con le sue meravigliose spiagge e il suo caratteristico centro, rappresenta l’ultima tappa del vostro viaggio nel Salento, prima del ritorno a Lecce.

Attraverso la costruzione di questo itinerario dei luoghi più suggestivi del territorio salentino si è voluto sottolineare la presenza e l’importanza delle strade e dell’auto come collegamento tra piccoli borghi e località più rinomate andando a scoprire il lato più intimo del Salento.

Una zona fatta sia di viste meravigliose che dei profumi e dei gusti della terra, dell’olio, delle olive e dei fichi: sono proprio questi piccoli centri a racchiudere ancora l’essenza vera e propria delle tradizioni salentine, in quanto le città che sono ormai le mete turistiche più ambite, come le già citate Otranto o Gallipoli, stanno ormai perdendo questi valori più antichi, per meglio rispondere ai nuovi canoni turistici.