Cosa Vedere in Campania

Capri

Gli incantevoli scenari che offre questa splendida isola sono unici e irripetibili. I faraglioni e le grotte carsiche, tra cui la più nota Grotta Azzurra, in cui si alternano straordinari giochi di luce, sono solo alcuni dei momenti e delle emozioni che Capri è in grado di offrire. E’ rilassante fare delle belle passeggiate tra i vicoli, nella piazzetta e nel contempo ammirare gli impressionanti panorami e i fantastici tramonti che si specchiano nel mare.

 

Procida

Una delle isole flegree appartenenti al Golfo di Napoli è la splendida isola di Procida. Offre ai naviganti stupendi posti da visitare circumnavigando l’isola che attraverso un ponte è congiunta con l’isola vicina di Vivara. Piccoli porti sono sorti per dare la possibilità di godere dei panorami naturali formati da alternarsi di promontori che costeggiano l’isola sostando in piccoli borghi dai diversi colori dipinti, posti solari e carichi di forte energia.

 

Napoli

L’incantevole visione offerta dal Golfo di Napoli sia di giorno che in visione notturna è carica di emozioni e di contrasti come la terra e il mare, le pianure e il promontorio, il fuoco del vulcano e l’acqua del mare. Napoli dona risvegli mozzafiato attraverso i suoi incantevoli panorami e serate indimenticabili tra contrasti di luci e luoghi principeschi. E’ possibile ammirare i tantissimi monumenti gustando dolci, caffè e i più famosi prodotti della tradizione napoletana.

 

Ischia

Dopo le isole di Sicilia e Sardegna è l’isola col maggior numero di abitanti. Si tratta di una delle isole più ricche di Storia, abitata già dall’età del Neolitico. Le numerose eruzione vulcaniche hanno dato vita a questo splendido e piccolo paradiso posizionato nella parte settentrionale del golfo di Napoli. Per gli amanti della navigazione e possibile ammirare splendide aree naturali per poi ormeggiare e passeggiare in tutto relax nei piccoli e caratteristici vicoli di Ischia.

 

Caserta

Carlo III Re di Napoli pensò di costruire nel territorio di Caserta la sua residenza estiva con il proposito di allontanarsi dai possibili attacchi marittimi che avrebbe potuto subire a Napoli, ma soprattutto incaricò l’architetto Vanvitelli di realizzare una residenza che fosse il massimo in Europa per maestosità ed imponenza. La Reggia di Caserta non è solo una residenza Reale ma un capolavoro di dipinti, opere d’arte e capolavori frutto di estro dei grandi maestri e artisti italiani.

 

POSTI DA NON PERDERE

Maschio Angioino – Napoli

Simbolo della Città di Napoli e collocabile al periodo rinascimentale è più noto con il nome di Maschio Angioino ma si tratta di Castel Nuovo, imponente costruzione e dimora Reale di Carlo d’Angiò che dopo aver giudicato Castello Capuano inadatto all’uso di residenza ordinò di edificare il Maschio Angioino in cui non vi dimorò mai. E’ incantevole ammirare opere uniche di architettura come la sala dei Baroni e il rosone della Cappella Palatina situata all’entrata.

 

Positano

Incredibile opera di grande architettura urbanistica è Positano. I panorami e i tramonti che si possono immortalare in questo splendido luogo di villeggiatura noto in tutto il mondo sono a dir poco emozionanti. La veduta notturna e le particolari luci offerte dal mare, dal paese e dal promontorio costituiscono uno scenario davvero particolare e sorprendente. La struttura architettonica di questo paese è da ammirare e soprattutto da visitare attraverso la scala centrale che porta dritto in cima.

 

Vesuvio

Una splendida immagine del Vesuvio ripresa dall’isola di Capri. Il Vesuvio domina Napoli e rappresenta uno dei punti di contatto con il centro della terrà, tanto da essere uno dei vulcani più studiati sin dall’epoca Borbonica. Una delle eruzioni che più si ricorda è quella avvenuta nel 79 d.C. che ha sommerso Pompei i cui resti ancora oggi è possibile ammirare. Le eruzioni sono note come eruzioni Pliniane dal nome dello studioso Plinio il Vecchio.

 

Capri – I Faraglioni

Numerosi Film sono stati girati in questo pezzo di mondo incantato inconfondibile ed unico nel suo genere. I Faraglioni contraddistinguono Capri ma soprattutto rendono magico il passaggio ai naviganti che restano impressionati da questo caratteristico spettacolo naturale. Non a caso troviamo una citazione di Virgilio nella narrazione del mito delle Sirene. Il nome Faraglioni deriva appunto dalla funzione di Faro per le imbarcazioni che si avvicinano a Capri.

 

LA REGIONE

La Campania offre diversi percorsi da visitare e numerosi posti magici, unici e imperdibili.

 

La parte Nord

Per chi arriva dal Nord Italia e nello specifico dall’entroterra, trova subito Caserta che è una delle città da visitare per la maestosità e grandezza di una delle Regge più grandi e belle d’Europa. Successivamente si può scendere verso Napoli in cui godere di fantastici panorami e gustare introvabili prelibatezze. Da Napoli ci si può spostare passando dalle bellissime Posillipo e Pozzuoli verso le isole di Procida ed Ischia.

 

Palinuro

Fantastico punto del Cilento citato da Virgilio nell’Eneide, Palinuro era un marinaio della flotta di Enea. Acqua cristallina e meta estiva nota per gli amanti del mare incontaminato, infatti Palinuro è Bandiera Blu anche perché vicina al Parco Nazionale del Cilento. Si trova in provincia di Salerno e può essere raggiunta attraverso gli aliscafi che partono dai porti di Napoli e Salerno o attraverso una strada panoramica dalle visuali mozzafiato.

 

Paestum

Per gli amanti della Storia è d’obbligo ammirare il grandissimo patrimonio dell’umanità custodito nella regione Campania, stiamo parlando di Paestum. Si tratta di un grande Patrimonio dell’umanità. Abitazioni di epoca preistorica che rendono magico questo sito archeologico sfuggito alla distruzione dei secoli. Paestum è un’antica città della Magna Grecia in cui si erge un tempio sacro a Poseidone. In questa antica città non è possibile solo ammirare i due più famosi templi chiamati “Basilica” e “Tempio di Nettuno” ma si possono ammirare gli affreschi ritrovati nelle tombe, piscine antiche e particolari come la straordinaria struttura della piscina del Ginnasio o i resti di un antico anfiteatro.