Cosa Fare e Vedere in Sardegna durante la stagione invernale

L’isola della Sardegna viene promossa soprattutto in correlazione con l’alta stagione estiva dove poter godere del panorama offerto dalle spiagge e dalle acque cristalline, oltre ad una zona più collinosa immersa nella natura dei suoi magnifici paesaggi circostanti. Optando per un viaggio in Sardegna, oltre ai panorami e alla costa, si potranno degustare anche le specialità tipiche di mare offerte dai servizi ristorativi quali le famose aragoste alla catalana, il tutto immerso in un piacevole profumo di mirto, dalla presenza dell’architettura e delle diverse chiese.

Molti dei viaggiatori che si sono spinti alla scoperta di questa regione anche durante le mensilità invernali hanno evidenziato un fascino appartenente a questa terra persino superiore e più autentico rispetto alla folla dei turisti che si ritrova ogni anno ad occupare le coste e le spiagge.

Le temperature climatiche della Sardegna consentono inoltre, non sempre ma di frequente, di poter prolungare il periodo balneare fino alla mensilità di novembre dove è possibile addentrarsi all’interno delle acque marine diversamente da quanto accade invece nel resto della penisola.

Ma come raggiungere la Sardegna e quali percorsi intraprendere una volta al suo interno? Attraverso questa nuova guida ci occuperemo di approfondire tutti gli aspetti legati a questa isola durante il periodo più freddo dell’anno.

L’isola della Sardegna, come ci ricorda il portale https://sardegnablu.it/ si presta al turismo anche durante il periodo della stagione invernale, con un conseguente abbassamento dei costi a carico degli hotel maggiormente alti durante la stagione estiva. Uno dei mezzi migliori per raggiungere l’isola durante l’inverno è rappresentato dal traghetto dal costo alla portata di tutti i turisti, disponibile dalle città di Genova, Livorno e Civitavecchia.

I biglietti del traghetto potranno essere ordinati anche online, allo stesso modo di qualsiasi altro mezzo di trasporto pubblico. Nonostante la stagione invernale sarà comunque possibile visitare le spiagge e il mare dalle acque cristalline tanto rinomate appartenenti all’isola, oltre alla possibilità di visitare la Sardegna dall’interno dei diversi comuni.

Le mete più gettonate sono rappresentate dalle visite nella città di Cagliari, dove visitare la Cattedrale del 1200 e il Mercato di San Benedetto. Si potrà decidere di spingersi all’interno delle mura di Alghero, considerate al pari della città di Barcellona, dove passeggiare e decidere di fermarsi in uno dei locali presenti. Gli amanti dello sport potranno invece addentrarsi all’interno dell’Oasi De La Prigionette dove seguire un percorso di trekking specifico. La cittadina di Orgosolo mette a disposizione per gli amanti dell’arte, in particolare della street art moderna, oltre un centinaio di dipinti murales a raccontare visivamente la storia dell’isola, delle lotte attraversate, dei pastori, a testimonianza della miseria ad opera di diversi autori.

Ma il paesaggio dell’isola della Sardegna, nella parte più a sud del territorio, alterna al mare e alle spiagge dorate anche un’area decisamente più verde all’interno dell’Oasi Naturalistica di Piscinas dov’è possibile visitare e percorrere anche un caratteristico e insolito deserto.

Nella mensilità di gennaio sarà inoltre possibile assistere alla festa dedicata a Sant’Antonio Abate tra il 15 e il 18, oppure decidere di approfittare del periodo del carnevale e delle feste in maschera.