Come Raggiungere l’Isola di Ischia

L’isola di Ischia si trova nel golfo di Napoli ed è la più grande delle isole Flegree e la terza più popolata in Italia dopo la Sicilia e la Sardegna. L’isola ha sei comuni: Barano d’Ischia, Casamicciola Terme, Forio, Ischia, Lacco Ameno e Serrara Fontana. Sin dall’epoca degli antichi romani è nota per il verde dei suoi pini, il clima particolarmente dolce e le sorgenti termali.

A questo negli anni si sono aggiunti numerosi centri benessere, grandi alberghi e locali notturni che permettono di godere al meglio delle bellezze dell’isola e divertirsi scegliendo tra le numerose opportunità. Ischia ha molte strutture turistiche in grado di soddisfare le esigenze dei turisti, anche di quelli che si lasciano incantare dalla bellezza medievale del castello Aragonese, o quelli che amano visitare i giardini dell’isola, tra i quali è doveroso citare La Mortella con presenza di flora tropicale e mediterranea. L’isola ha delle bellissime spiagge, tutte molto diverse per caratteristiche, come quelle di sabbia sottile, le calette raggiungibili solo dal mare, le spiagge di ciottoli, quelle più adatte alle famiglie o quelle in cui i giovani ballano fino a tarda notte.

Tra le spiagge più belle quella di Citara nel comune di Forio posta dai romani sotto la protezione di Venere Citarea e di cui fu recuperata un’antica statua, purtroppo poi andata perduta. Altra spiaggia molto nota è la spiaggia dei Maronti che con i suoi tre chilometri è l’arenile più grande dell’isola, resa particolare dal costone roccioso che la delimita. La spiaggia di Sant’Angelo che è molto piccola ed è particolarmente affollata nei mesi di luglio e agosto, è sicuramente molto affascinante grazie all’antico borgo di pescatori che le conferisce l’atmosfera senza tempo tipica dell’isola.

Naturalmente le sorgenti termali fanno dell’isola una meta turistica internazionale legata alla salute e al benessere. Sull’isola sbarcano persone di diverse nazionalità che si recano una volta l’anno per curare dolori reumatici o anche solo per i famosi fanghi, vero elisir di bellezza. Questi sono solo alcuni dei motivi per cui Ischia è sempre un’isola che fa sognare vacanze da sogno ed in cui allontanarsi dalla vita quotidiana per ristorarsi e rigenerarsi.

 

Come raggiungere l’isola

Le isole del golfo di Napoli sono collegate con la città attraverso navi e aliscafi di diverse compagnie di navigazione. Snav, Caremar, Alilauro e Medmar servono le isole da molti anni. Gli orari e la frequenza delle partenze cambiano a seconda della stagione. In estate sono previste molte più corse per soddisfare le esigenze dei vacanzieri, mentre in inverno le corse del mattino e del tardo pomeriggio sono studiate per i pendolari che ogni giorno si recano sulla terraferma e tornano poi nella stessa giornata a Ischia.

Quando il mare è mosso gli aliscafi sospendono le corse lasciando che i collegamenti siano effettuati solo grazie alle navi. In condizioni di forte maltempo marino non partono né aliscafi né traghetti e l’isola resta in attesa che il tempo migliori. Le compagnie di navigazione hanno tutte siti internet su cui pubblicano le ultime notizie relative alla partenze. E’ buona norma consultarli per non avere brutte sorprese.

Le partenze con traghetto Napoli Ischia e con navi veloci sono previste da Calata Porta di Massa, area del porto adibita al trasporto per Ischia, Capri e Procida; alcune navi fanno scalo a Procida, altre invece prevedono che Ischia sia la sola destinazione. Il viaggio in nave dura circa un’ora e mezza e i traghetti giungono solo nel comune di Ischia Porto o Casamicciola altro comune dell’isola. Questi due porti sono infatti abbastanza ampi per ospitare navi di grandi dimensioni. Le auto possono imbarcarsi solo sui traghetti e di conseguenza Porta di Massa è l’unico imbarco da Napoli che consente il trasporto sull’isola dell’auto.

E’ bene sapere per non avere brutte sorprese quando ci si accinge a fare il biglietto, che da Pasqua a tutto settembre è vietato ai residenti della Regione Campania di imbarcare auto e moto ad Ischia. Il provvedimento, teso ad evitare il traffico eccessivo sull’isola, non riguarda le auto con tesserino per trasporto disabili, che possono sbarcare ad Ischia. Dal Molo Beverello e da Mergellina partono invece gli Aliscafi, ed in particolare dal Beverello parte il maggior numero di corse. Gli aliscafi sono molto più rapidi dei traghetti, poiché il viaggio dura solo un’ora e il biglietto costa il doppio dell’importo dovuto per il traghetto. Le destinazioni degli aliscafi sono Casamicciola, Ischia Porto e anche Forio, altro comune dell’isola, per cui è opportuno scegliere il mezzo di trasporto anche in base all’ubicazione della casa vacanze o del l’albergo prenotato per servirsi di quello che meglio si addice alle nostre esigenze.

Da Roma: da questa città sono previsti frequenti collegamenti in treno con Trenitalia e Italo dalle stazioni Termini e Tiburtina, entrambi con arrivo presso la stazione centrale di Napoli. Le città sono ben collegate e bisogna solo valutare l’orario più comodo per il viaggiatore. Dalla stazione di Napoli centrale si può utilizzare l’Alibus, un bus che trasporta passeggeri dall’aeroporto e dalla stazione ferroviaria e che sono diretti alla stazione marittima di Napoli. Un’altra opzione possibile è prendere un taxi dalla stazione centrale, sicuramente più dispendiosa ma anche più comoda.

Da Roma si può anche prendere il pullman, la soluzione è più economica del treno e le compagnie tra cui scegliere sono veramente molte. La destinazione è sempre la stazione centrale di Napoli, da cui poi raggiungere il porto. In pochi scelgono di utilizzare l’aereo per il viaggio da Roma a Napoli, il motivo è che il viaggio con altri mezzi di trasporto è diventato sempre più rapido ed inoltre gli aeroporti sono fuori città, per cui sono più difficili da raggiungere. Alcuni preferiscono ancora fare il viaggio in auto, in questo caso un altro porto per l’imbarco è Pozzuoli. Le corse sono molto frequenti e il viaggio è decisamente più breve e più economico.